Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2011

La Bella e la Bestia

Ieri sera sono andata a vedere "La Bella e la Bestia", il musical qui a Roma. Dopo aver sentito tantissima pubblicità e sul miracolo che dicono sia stato fatto per aver creato il Broadway qui, mi sono detta "Embè proviamo a vedere di cosa si tratta". I miei amici stranamente- lo dovrei scrivere in calendario penso- al posto di andare per discoteche o clubs hanno deciso di fare una serata da elegantoni e quindi spendere un pò di soldini per vedere il sudetto spettacolo.

Sono entrata,mi sono seduta e lo spettacolo è cominciato.

Senza parole.

Sono andata a molti spettacolo teatrali, anche rappresentati da persone famose e ben fatte ma questo...

Dio, ho vissuto tre ore di pura favola.

Sono rimasta estasiata.


E' stato veramente mirabile, per tre ore ho avuto la pelle d'oca.


Se potessi lo andrei a rivedere mille e mille volte.

Gli attori teatrali veramente si meritano tutti i complimenti del mondo, loro sono i veri attori non quelli dei film che non sanno mettere in fila…

Riflessione

Amleto
Capitolo: Atto I, Scena II

Ancora qui, Laerte?... A bordo, a bordo!
Il vento s'è già assiso da padrone
in cima alla tua vela, e là t'aspettano.
Và, figlio, con la mia benedizione,
e imprimiti a caratteri di stampa
nella tua mente queste poche regole:
mai non prestare lingua ai tuoi pensieri,
mai prestar mano a pensieri avventati;
gli amici di provata fedeltà
aggràppateli saldamente al cuore
con uncini d'acciaio; ma stà attento
a non scaldarti il cavo delle mani
trattenendovi nuovi uccelli implumi
schiusi appena dal guscio.
Guàrdati dal mischiarti in tafferugli,
ma se t'accada d'esservi coinvolto,
agisci in modo che il tuo contendente
abbia a guardarsi bene dai tuoi colpi.
A tutti porgi orecchio, a pochi voce.
Accogli sempre l'opinione altrui,
ma pensa a modo tuo. Il tuo vestire,
per quanto può permetterti la borsa,
sia di buon prezzo, ma non stravagante;
ricercato, ma non troppo fastoso,
ché l'abito rivela spesso l'uomo,
e in Francia le persone di buon ceto
sono assai ricer…

Estraneo

Freddo.

Immenso freddo. Anzi, gelo.

E' qui, accanto a me, sento il suo respiro regolare, il suo corpo caldo. Eppure il mio cuore è di ghiaccio.

E' davvero finita cosi?

I miei pensieri se ne vanno lontani, non sognano più un luminoso avvenire per me e per lui.

Lui ora non c'è più.

Non amo più i suoi difetti, non amo più la sua voce, i suoi gesti, le sue parole.

Li detesto.

Il solo udire la sua voce mi irrita, i suoi difetti mi sembrano insormontabili, i suoi gesti mi infastdiscono.

Come ho fatto ad innamorarmi di lui?

Ora non aspetto altro che se ne vada.

Nemmeno il sesso mi soddisfa più con lui.

Nulla.


Non voglio più condividere nulla con questo estraneo che dorme ora nel mio letto.