giovedì 16 dicembre 2010

Justify sex

Listen...


This is the sound of love...

when human nature feels that sound we tear it down then justify....




SEX would it be.
















(Dan Balan- Justify sex)

sabato 4 dicembre 2010

Una ragazza speciale


Peccato che dobbiamo passare attraverso tutto questo, ma, come dicevamo tutto il male va verso il bene, ti prometto che nulla cambierà ciò che sento, ti amo.





Chiudi gli occhi per un secondo...


Senti come nel mio cuore la nostalgia mi innonda
Permetti al mio pensiero di penetrarti nell'anima


Ti dirà quanto ti amo.


2000 km fra noi non ha il potere di dividerci..

2000 lacrime versate su onde che ci portano l'uno verso l'altra...

Sono da solo per strada e parlo con te nei pensieri


Mi ricordi che amo vederti ridere.



Quando la luna non è più su in cielo a parlarmi
A dirmi che stai bene, a tranquillizzarmi
Ti sento accanto come se fossi il mio angelo custode...


Tu mi dai le ali per arrivare fino a te in volo





Per toccarti, Dio quanto mi sei mancata





Per baciarti, "buonanotte, sogni d'oro".




I sentimenti non possono essere messi su una bilancia


Nessuna distanza ci può separare


Siamo anime gemelle sempre in volo


Ho bisogno del mio angelo custode...






Sono solo e pensoso...
Sono partito, sono lontano...
Non sono cambiato, non ti ho dimenticata...
L'anima mi brucia sempre col pensiero di te.




Dobbiamo essere due lottatori in questa vita
Anche se davanti a noi abbiamo una via coperta di fango
Andiamo avanti come solo noi sappiamo fare



Si, solo come noi sappiamo fare.



Mi sono perso in una notte sotto un cielo senza stelle
Mi lascio guidare solo da te, luce della mia vita




Parliamo al telefono e ti dico che sto bene
Ti mento, sto bene solo accanto a te.

365 rose per la mia principessa
Mi trasmetti la felicità anche solo attraverso gli sguardi, adoro che tu sia cosi
Un cielo azzurro e molto sole nella mia vita



Di essere come sono, senza di te non potrei.





E' uno di quei giorni brutti
Ti penso e solo mi fa male
Non mi hai fatto nulla, solo che non ci sei
E' il momento in cui non hai e desideri.


Ti ho nei miei pensieri, ti vedo piangere, sei la più bella




Vivo attraverso te, non mi importa di nient'altro



Sai, niente ti potrà mai sostituire



Abbiamo insieme sogni che devono realizzarsi.




La distanza mi rende debole, ma molto più potente

Ti amo e non ho più paura del buio

Siamo cresciuti insieme, ho imparato come dobbiamo essere




I sentimenti in primo piano, non mentiamoci più.



Il mio migliore amico è una ragazza speciale, tu

Tuttavia altri non capiscono ciò e si tradiscono.

Non importa la distanza quanto importa ciò che sentiamo












Io ti amo, tu mi ami, abbiamo ciò che desideriamo.
























Grazie, Grazie amore. Sai che...ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio, ti odio....


...ma...




Ti AMO da morire!

sabato 27 novembre 2010

Infinito









<< L'amore è identificazione del soggetto con un'altra persona>>, è << il sentimento per cui due esseri non esistono che in un'enità perfetta e pongono in questa identità la loro anima e il mondo intero>>; << Questa rinuncia a se stesso per identificarsi con un altro, quest'abbandono nel quale il soggetto ritrova tuttavia la pienezza del suo essere, costituisce il carattere infinito dell'amore>>.






(Hegel)

sabato 20 novembre 2010

Ti amo....? Ma non scherziamo.



"Non essere triste, consolati il cuore con il pensiero che presto ti bacerò e in ginocchio ti metterò un anello al dito dicendoti di sposarmi. Ti amo angioletto. Lo so che ho sbagliato, ma ti amo".





.......


Cosa dovrei farne di un simile messaggio?

Come se delle semplici parole potessero cancellare tutto il male che mi ha fatto.

martedì 9 novembre 2010

Sfogo personale. Scusate

E boh....
Che modo banale di cominciare un post, lo so, cosi come so che questo post sarà assolutamente diverso da tutti gli altri e sarà forse troppo intimo, racconterà un pò di me.
Mi dispiace, ma in questo periodo non ho proprio il tempo nè la forza per scrivere o correggere racconti( mi riferisco all'altro blog) e non ho tempo nè inventiva per questo, di blog. Tuttavia ringrazio ancora quelli che con santa pazienza mi seguono.
Vi dicevo, non so. E' che è un periodaccio.
Sono assolutamente delusa.
Da tutto.
Soprattutto dall'amore. E ancor di più dalla persona che amo e dice di amarmi.
Anche in amicizia sono delusa da molte persone, ciononostante ci sono persone che ancora mi stanno accanto e con le quali cominicio a legare sebbene prima pensavo che non ci sarei mai andata d'accordo. Com'è strana la vita, eh?
A scuola va una cacca.
Un sacco da studiare, ma mica siamo robots! Dio santissimo, non sopporto più questa istituzione. E i professori che si sentono Dio sulla Terra. Uffa.

Ma più di tutto sono delusissima dal mio lui, da D.
Lo so, forse non è colpa sua, il problema sono io. Mi aspetto troppo da lui e lui delude le mie aspettative, oltre a ciò sono portata a pensare che anche lui sia disposto a dare tutto quello che do io.
Non ce la faccio più. Anche stavolta ha esagerato, ormai non si tratta più di esagerazione da parte mia o di gelosia, ma di mancanza di rispetto da parte sua.

Se lui, a causa della sua maledetta gelosia, mi rinchiuderebbe in casa senza che nessuno mi possa neanche vedere, allora perchè lui si sente il diritto di fare tutto quello che gli pare? Va a feste, ci resta tutta la notte, quando dovrebbe stare con me che magari erano due giorni che ci eravamo sentiti a malapena, se ne va dai suoi amici. Ma siamo davvero impazziti??

Prima non era cosi. E solo ora mi rendo conto di come sia vero il luogo comune che "quando si stava male si stava bene". Quando avevamo un sacco di problemi insieme, quando lui era all'inizio del cammino per avere una vita "normale", quando le notti le passavo piangendo per la nostra e per la sua sorte, allora, mi rendo conto, ero molto più felice di adesso.

Ora da parte sua non ci sono che promesse vane, parole dette cosi, buttate lì che mi illudono e poi mi delodono atrocemente, poi parole dette con cattiveria per ferirma, per disintegrarmi come persona, ci sono quelle situazioni in cui lui è il colpevole e tuttavia ha il coraggio, chiamiamolo cosi và, di essere sempre lui lo sdegnato???

E io la stupida che ancora spera che cambierà qualcosa. Ma cosa?

Non capisco, ancora spero che andrà bene, che andremo in quella vacanza natalizia che abbiamo organizzato. A Natale non ci arriveremo, no.

Ormai lascerò tutto, non penserò più al fatto che siamo "fidanzati in casa", non crederò più alle illusioni che mi sono fatta riguardo alla famosa vacanza, non lo perdonerò più in nome del passato e dei giuramenti.
Se lui non mantiene pe sue promesse perchè mai io le dovrei mantenere? Non mi ridurrò mai più al suo stato. Resterò me stessa, non cambierò mai più il mio linguaggio in uno volgare, non cambierò più comportamento, non farò più nulla che ho fatto tessendomi su di lui.

Lui che mi farebbe schifo come persone se non lo amassi.

E ora... l'unica cosa che penso è che l'amore sia il più grande nemico dell'uomo.

Ho chiuso con l'amore. Voglio tornare la stronza di prima. Voglio prendemi gioco dei ragazzi, baciarli solo quando lo voglio io, farci l'amore come voglio io, uscirci dove voglio io.

Nessuno mi comanderà più.

Voglio una serenità. Non pretendo, nè desidero, essere felice. Voglio andare a scuola tranquillamente, uscire ogni tanto con gli amici che voglio io, voglio parlare con mamma senza mentirle.

Voglio liberarmi dall'ossessione di quest'amore.

Ho toccato veramente il fondo.

venerdì 29 ottobre 2010

Liberté!

ebbene si! avevo cominciato a lavorare e andare a scuola contemporaneamente...un lavoro noioso da morire, e finalmente oggi me ne sono liberata!!!!!!!!!! che bello!!! non vedo l'ora di ricominciare a postare.A presto, Jivri'l.

giovedì 7 ottobre 2010

I wanna be rich

giovedì 30 settembre 2010

La volpe e l'uva








Fame coacta vulpes alta in vinea
uvam adpetebat summis saliens viribus.
Quam tangere ut non potuit, discedens ait:
<< Nondum matura est; nolo acerbam sumere>>.



(De vulpe et uva,IV,3. Fedro)



Una volpe, spinta dalla fame, cercava di raggiungere l'uva sulla cima di un pergolato, saltando con tutte le sue forze. Poichè non riuscì neppure a toccarla, andandosene disse:
<< Non è ancora matura; non voglio coglierla acerba>>.








L'uva ancora è acerba. Aspetterò fino a quando sarà cotta, allora riproverò.
Forse non ci arriverò al primo tentativo, nemmeno al secondo, neppure al terzo.
Ma ogni giorno ci proverò, l'allenamento è tutto.

Supererò i miei limiti.

Ci arriverò.


Lo giuro. Coglierò quell'uva.

lunedì 27 settembre 2010

Bicchieri sporchi




























In un bicchiere sporco voglio mescere

Voglio lavarmi l'anima volgare e mescere nuovamente

Ho sete di te, ho sonno

Ma non voglio dormire.

Vorrei un ultimo regalo
Vorrei che tu portassi con te la mia anima sporca che ha chiuso tutte le porte.
So che tutti ti promettono di tutto, ma loro non sanno ascoltarti.
Io non prometto mai nulla,io ho solo un'anima sporca e un bicchiere sporco.

Tra bicchieri sporchi fino a quando il sole sorgerà
Forse troverò la risposta a ogni domanda
Proverò ad avere pazienza, proverò di dimenticare del sonno
Mescerò fino a quando mi addormenterò.
Alzo la bottigla per lavarmi i peccati con l'alcool
Con la speranza che apparirai davanti a me.

Lascerò una sedia vuota, la luce accesa sul corridoio
Ho mille voci nella testa,in coro, non so cosa vogliano
Stasera i bicchieri parlano, loro pensano
Non ho bisogno di compagnia, non provare a farmi ridere
Amo, in verità odio perchè sono orgoglioso
Per questo riempio il bicchiere perchè sono vuoto al mio interno

E ci sono attimi in cui vorrei sentirti di nuovo...

Ho sete di te,



Ma non voglio dormire....


Non ancora,





Non senza te.

sabato 25 settembre 2010

Vivere!





Perchè si sono dimenticati di come si fa a giocare...


O forse hanno paura di avere vergogna,

paura di sembrare strani,

di sembrare malati di mente,

di ingrassare,

di sembrare omosessuali...


Io ti dico:

Che ci vuole un folle per rimanere sani di mente


in questo mondo ricoperto di vergogna.



Fai quello che ti va da fare, non pensarci due volte...


Lascia decidere al CUORE.

giovedì 16 settembre 2010

Veleno





Questo amore è stato come veleno fin dall'inizio...


Vorrei non averti mai conosciuto, soprattutto vorrei non averti mai amato.


Ora ti guardo e penso cosa ci facciamo ancora insieme.

Io e te.


Due persone diverse.

Diversissime.


Due estremi opposti.


Come luce e tenebre. Come amore e odio. Come ottobre e aprile,appunto.


Ormai la primavera della nostra storia è solo un passato remoto, è arrivato l'autunno, è ora che ce ne rendiamo conto.


L'inverno non potrà gelare oltre i miei sentimenti.



Sono già ghiacciati.



Eppure ti amavo come non avevo mai amato nessuno.


Cosa mi hai fatto?

mercoledì 8 settembre 2010

Malate

Non capisco.
Questa volta non parlerò "poeticamente", non tratterò temi come l'amore o le guerre ecc... scriverò cosi, di sputo.
Girando un pò in rete mi ritrovo davanti al naso sempre la stessa cosa: ragazze "pro-ana".
Per chi non lo sapesse ciò significa che tali persone sono favorevoli a questa malattia chiamata "anoressia"; già, la tanto citata malattia che viene diffusa dai mass media.
"La modella X è morta per anoressia", "L'attrice Y soffre di anoressia?", "Avete visto quella donna? Sicuramente è anoressica" et cetera et cetera.
Vorrei precisare che questa è una malattia psicologica, è qualcosa che sta lì nella testa e puff! scatta un qualche meccanismo che ti costringe a non mangiare più.
Per dimagrire.
Perchè ai giorni nostri ciò è davvero molto importante.
Ormai una ragazza si sente realizzata se entra in una taglia 36.
Bel sogno davvero!
Ma lasciando la malattia in sè da parte perchè purtroppo ci sono persone che sono cadute in questo baratro e lottano per uscirci, io vedo in giro solo persone che sono appunto favorevoli verso tale malattia.
Persone malate.
E' come se esistesse un negozio delle malattie nel quale ognuno si va a scegliere la propria malattia: "Buongiorno vorrei un pò di mal di testa", "Salve, avrebbe da vendermi l'epatite B?", "Mi scusi vorrei essere anoressica, potrebbe aiutarmi?".
E' come se queste persone scegliessero di ammalarsi. E ciò che sconvolge è che per la maggior parte di esse sono ben coscienti di quello che asseriscono e sostengono: VOGLIONO ESSERE ANORESSICHE= VOGLIONO AMMALARSI= VOGLIONO M-O-R-I-R-E.
Non sto esagerando.
Una mia conoscente da ben 5 anni sta in un letto d'ospedale a causa dell'anoressia. UN'altra è arrivata ad avere solo 28kg.
Bello davvero.
Mostrare il proprio corpo dove ci sono solo ossa e pelle. E peli. Per chi non lo sapesse chi ne soffre si ricopre di peli come una scimmia, esatto, proprio come quei animaletti che si arrampicano sugli alberi e imitano noi umani. E queste persone, inoltre, sentono come le proprie ossa si sgretolano. Sentono come i denti marciscono. Come i capelli cadono. Come il cuore si ferma.
L'anoressia non è davvero un gioco.
E' una punizione di sè.
Se si sceglie, però, di punire se stessi sarebbe opportuno almeno non diffondere e cercare di convingere altre persone a farlo.
E' pietoso.
Mi suscita indignazione.
Sono solo persone malate.
Persone che ce l'hanno con se stesse e il mondo.
Persone che odiano ciò che sono.
Scusate se sono stata forse troppo dura, forse le mie parole non hanno un senso e forse non sono riuscita a esprimermi come avrei voluto, ma ve l'ho detto... sono solo delle parole buttate qui, sulla pagina virtuale di un pc.
Sono solo degli appunti e tali rimarranno.
Non ci saranno correzioni ortografiche e grammaticali, non ci saranno foto, non ci sarà nulla.
Solo la tristezza di un mondo cosi superficiale.
Un mondo marcio come questa malattia.

sabato 4 settembre 2010

Oggi no!





Oggi no ti prego no.

Ti prego oggi no, domani forse faremo come dici tu...



...ma oggi no, no no no.

Domani certamente faremo come vuoi tu.

Ma oggi no.

domenica 22 agosto 2010

Amore e' guerra








L'amore...



L'amore e' anche questo?

Se lui la colpisce... e' ancora amore?

Se lei si difende, se lo graffia, lo morde, lo colpisce... e' amcora amore?

Davvero potresti fare nuovamente l'amore con lui dopo che ti ha colpita?

L'amore e' una guerra?

domenica 1 agosto 2010

Don't cry

martedì 20 luglio 2010

Noi





Lui amava lei.






Lei amava lui.

domenica 18 luglio 2010

Le donne...

Cosa vogliono le donne...

..vogliono che tu le faccia tutti i piaceri...

..che tu sia giovane..

..e forse... pure ricco.. non sposato..

...e' questo che vogliono...

..vogliono prendersi tutta la tua vita.


Vacanze esotiche e regali cari,
e' questo che vogliono.

L'uomo ideale deve avere soldi in tasca,
una bella macchina, un castello, tutto cio' che vuoi.

Deve avere tutto quello che puo' dare ad una donna.





L'amore che durava da anni...
..l'hai venduto per i soldi...

..sappi, pero'...


..che il mio amore ti manchera'.

Se non io allora chi ti dara' l'amore dell'anima?
I soldi non possono comprare cio' che e' nel mio cuore.


Perche' tutte le signorine oggi vogliono solo ricchezze,
non vogliono amore.

E quando mi viene nostalgia...
..prendo il telefono e ti chiamo.

Io ti amo come un pazzo.

Passo davanti a casa tua e mi domando
dove sarai mai.

Forse sei con un altro


e mi si spezza il cuore.

domenica 18 aprile 2010

Now you go...

martedì 13 aprile 2010

Non posso più sopportare

E' già passato tanto tempo da quando non mi hai più chiamata e ti ho aspettato a lungo..

Sono stata la tua donna...
..sei stato il mio uomo..

Mi dispiace dirlo ora, ma fra noi è tutto finito...


..eppure...

Ora a cosa penso?

Alla prima volta quando mi hai baciata e mi hai abbracciata.

Non lo posso più sopportare, penso non-stop a te..
E' troppo tardi ora che ritorni da me,lo sai...






Pronto,amore mio,sono io. Lo so che è passato tanto tempo da quando non ti ho più dato nessun segno di vita, non ti ho più chiamata...

Ti prego di credermi che ho avuto molti problemi..
Sospetto che tu sia arrabbiata, hai ragione...

...però...

... Ho avuto tanti problemi, tutti insieme e mi dispiace di non essere riuscito ad arrivare da te...

Cosi come mi spiace di averti convinta ad avere fiducia in me..

Dammi un'altra possibilità ti prego, dai, ricominciamo tutto d'accapo.

Ricorda i bei momenti che abbiamo trascorso insieme... quando il mattino mi svegliavo e ti trovavo nuda sotto la doccia e ti asciugavo con l'asciugamano morbido...

Mi dispiace avert fatta soffrire, ma sono cosi.
Provo a cambiare, ma non succederà molto presto..
Ora devo riattaccare, ti amo fino al cielo...

..Tu sei la mia principessa, io sono il ragazzo..beh..sai tu...









Mi è abbastanza difficile ora, tuttavia devo guardare sulla mia strada..

La vita va avanti con o senza troppe parole...

Dimmi, dimmi ora se vuoi, se ne hai il coraggio...

...ti senti meglio fra i tuoi ragazzi o accanto a me?

Sono stata la tua donna, sei stato il mio uomo e siamo stati insieme sempre, quando eravamo felici e quando no...

E' troppo tardi ora che tu torni da me, lo sai benissimo cosi come lo so io.







Non posso cambiare, rimango lo stesso...
...lo sai che ti amo, sii la mia principessa...








Lo so che mi ami, però sono al secondo posto,
Torna indietro, rimani con i tuoi ragazzi.

mercoledì 7 aprile 2010

Buonanotte

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua...!




lunedì 29 marzo 2010

Una nuova vita

Lei:



Senza di te voglio iniziare una nuova vita,

non importa se mi spezzerai il cuore,

non sopporto più che piova sulla mia strada.



Lui:




Ti ho detto di tacere,
non sai quello che stai facendo;
hai dimenticato da dove vieni
e mi fai solo incazzare;

ti sei scordata di come era casa tua?
Quando ti ho portata qui
eri vestita come una stracciona.

Cosa mi dici?
Che non ti sono più utile?

Cosa mi dici?
Che ti sei innamorata strada facendo?
Questa è la tua riconoscenza?

Ti ho messo oro al collo,
ti ho portata dappertutto,
non ti ho mai picchiata,
non ti ho mai offesa,
adesso me ne rendo conto,mi sono comportato troppo bene!
Mia cara,è chiaro che tutto ciò ti ha dato alla testa,

vai indietro nel letto,
fai quello che hai imparato,
fa il tuo mestiere, quando ti .....

dà gli occhi indietro.



II lui:



Tu..non senti quando ti dico
ti amo e desidero
dimenticare tutto quello che è successo;
voglio rapirti dal passato,

so che vuoi qualcos'altro
posso cambiare la tua vita
posso darti tutto quello che vuoi;
da adesso sii solo mia;

accanto a me comincerai una nuova vita.

No..non esitare,non mi rifiutare.
Non ti spezzerò mai il cuore in due.

No, non andare via da me.




Lui:



Ha, ha ha! Si!

Mi dici che i soldi non ti servono,
vuoi amore.
Mi puoi dare indietro le borse
gli anelli,la macchina ogni cosa che hai cambiato.

Mi dici che hai trovato un vero uomo.

Ricordati di come lo hai conosciuto,
mi dici che non conta,che ci tiene tanto a te:
quanto sei stupida!

Ricordati:
"Cerco uomini generosi per una notte bollente"
cosi suonava il tuo annuncio sui giornali.

Non capisci,
l'uomo voleva solo rilassarsi.

Per lui è un gioco,come un gioco di fortuna.

Proprio quando tutto ci andava cosi bene tu decidi di rinunciare a tutto
Dai..non piangere,sali nella macchina,piove...

Sei proprio ridicola,non vedi che sono quasi le due?

Non sei Julia Roberts e lui non è Richard Gerre.


Finirà male, perchè questo non è un film.




















[Fonte una canzone straniera]

venerdì 26 marzo 2010

Pazzia





L'amore può essere DISTRUTTIVO?

Non sopporto più nulla, andrò via da tutto quello che ho avuto, ma che ho perso.
Andrò via, non ho soldi, non ho amici, morirò sola...
Perchè restare?
Non ho nessun motivo.
Mi sento inutile, non ho nulla di quello che vorrei.


Dove nascondermi quando fuggo da me stessa?

Attorno c'è pace, non mi piace, dentro ho una guerra.
Sono una selvaggia in un mondo civilizzato con la forza...

La gente evita le parole, ormai nessuno dice più quello che sente.

Quindi non abbiamo più bisogno di parole,
Capisco di essere partita con la testa, perciò sono normale.

Qualunque sogno diventa realtà, se sei idiota puoi tornare in te con la medicina adeguata...

Ti voglio, quando non ci sei mi fa male..

... gli amici che mi accettano come sono mi annoiano e quelli che mi evitano non li trovo...

Penso al freddo quando il cuore mi bolle, sono un'intrusa...

Nel mio proprio mondo mi sento un'esclusa.

Andrò via.






















[Fonte una canzone straniera]

giovedì 25 marzo 2010

Ti voglio...


Voglio te..

Solo con te mi sento bene... questa notte voglio solo te accanto a me...

...voglio che tu mi baci con le tue labbra bollenti..
...voglio che tu giuri che rimarrai sempre accanto a me...

... e che non mi mentirai mai...

La gelosia non ti porta da nessuna parte..
..infatti ti porterò io in qualche luogo..

Cosa mi hai dato tu? Io forse ti ho offerto di più
Forse ho sbagliato, forse no...

..però, dai, vieni, stanotte toccheremo il cielo..

Metti le mani su di me.. per sentire come mi batte il cuore..
..vorrei sapere di essere il tuo cuore..
..la prima donna e l'ultima..

..voglio che tu sia gentile, so che puoi essere anche rude..
..però sono la tua donna, tu sei il mio uomo..
..quindi ti comporterai bene..

... ti dirò come mi piace?

..sono innocente, ma senti come il felino che è in me ti aspetta..

Non penso che a noi...

... alle notti passate insieme...

mercoledì 24 marzo 2010

Gelosia


“Come geloso, io soffro quattro volte: perché sono geloso, perché mi
rimprovero di esserlo, perché temo che la mia gelosia finisca col ferire
l’altro, perché mi lascio soggiogare da una banalità: soffro di essere
escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli
altri”
R. Barthes

Gelosia.
Maledetta malattia!
E' una serpe che si insinua nei meandri della mia mente e con un sussurro viscido mi inganna , cerca di mettermi in guardia da ciò che vuol costruire nel mio cervello.
Castelli di sabbia.
Non sono che immaginazioni. Lo so.
E mi controllo.
Sono possessiva, oh Dio, se lo sono!
Lo vorrei solo per me, non mi piacciono i suoi amici, odio le sue amiche, non voglio che vada in quel pub o in quella discoteca o in quel parco.
Ma non posso tenerlo rinchiuso in una gabbia d'oro.
E allora lo lascio libero, che vada e faccia quello che desidera.
Ora gli sembro indifferente?
Meglio cosi.
Adesso, lui cosa fa?
Scenate.
Solo perchè non gli mostro più la mia gelosia.
Mi vuole tutta per sé, non vuole che altri uomini mi guardino, non vuole che io esca, si arrabbia se un amico mi abbraccia.
Oh beh, la Fortuna cambia i ruoli.
Ora roditi pure nell'incertezza che ti offro su un piatto d'argento, sii geloso, sii possessivo, fammi sentire l'ardore della tua follia.
E del tuo malsano amore.

domenica 21 marzo 2010

Amore e caccia



Il cacciatore, o Epicide, sui monti ogni lepre

Insegue e d'ogni cerbiattina le orme,

a brina e neve sottoposto: ma se uno dice

"Ecco, quella bestia ferita", non se la prende.

Così anche l'amor mio: chi fugge inseguire

sa, ma vola via da ciò che sta lì a bella posta.


(Callimaco)

sabato 20 marzo 2010

Amore vs Sesso


Questo periodo senza lui è micidiale… Uff, pensavo che ce l’avrei fatta, che sarei stata in grado di aspettare, però cavolo, mi MANCA!
Mi manca lui, il suo bel e raro sorriso, quegli occhi verdi che mi spogliano e infiammano solo con un’occhiata… il suo volto sarcastico.. si può dire che un viso sia “sarcastico”?
Non lo so, ma il suo lo è, lui che era abituato a fergarsene di ogni cosa, a prendere tutti in giro… Dio, quel volto con me è cosi dolce e si lascia fare ogni cosa.
Mi piace “sottometterlo”, nel senso sessuale, non che io sia sadica o qualcosa di simile.
Eh già, mi mancano il suo amore, la sua dolcezza, la sua gelosia, la sua follia. Mi manca, però, anche il sesso.
Con lui.
Giovane, certo sono giovane e ho scoperto il sesso abbastanza tardi rispetto alle mie coetanee che già a 14 anni erano delle piccole donnine che se la tiravano e pensavano che essere scopate fosse una cosa di cui andare fiere. E io, beh mi sono riservata per più tardi, quando fossi stata pronta… con la persona che avessi amato.
Romantico vero?
In realtà sono stata un po’… stronza? Si posso dirlo anche cosi.
Lui è stato il mio primo uomo. E lo è tuttora, ma non mi fa mai mancare nulla.
Se la sera viene tardi e stanco, se è brillo, se è incazzato… in ogni occasione in cui ho voglia di farlo mi accontenta. Io accontento lui.
Ripenso alla mia prima volta. Non è normale che sia stata io a sedurlo! Come non è normale che, giacchè entrava a fatica, avessi cominciato a ridere di gusto, anzi proprio a crepapelle.
Povero.
Parecchie volte l’ho quasi costretto a sperimentare molte cose nuove, penso, infatti, che la routine sia piuttosto pericolosa nella vita di coppia. Non voglio che lui si abitui ad avere il piacere come se fosse qualcosa di scontato. Se lo deve guadagnare, deve anche giocarci. L’orgasmo alla fine sarà molto più soddisfacente.
Oddio, nuovamente sono finita a parlare di sesso. Ma la sua mancanza mi fa andare fuori di testa.
Non so se sia normale svegliarmi con la voglia di lui; ritrovarmi la sera con la stessa voglia. Di annusare il suo odore, di sentire tutta quanta la sua pelle, di assaporarlo, di morderlo piano.
Di fare l’amore.
Ora che è lontano vorrei tanto dirglielo. Stranamente, però, qualcosa mi trattiene. Altre volte ero cosi perspicace a letto ed ora invece mi vergogno a dirgli solo che vorrei fare l’amore con lui.
E per amore intendo amore, non sesso con tutti i giochetti, le posizioni &Co., ma l’amore sentendo il suo corpo sopra il mio, dentro il mio. E vorrei baciarlo. Dolcemente. Fino a saziarmi di lui.
Tuttavia sento il peso di uno strano sentimento che non so definire, vergogna? Anche. Però ecco… i maschi dicono sempre liberamente le loro fantasie sessuali, invece le donne sono ritenute più riservate, se dicono i propri desideri i loro uomini si stupiscono e quasi imbarazzati rispondono di calmare gli spiriti bollenti.
Che mondo ipocrita!
So che lui vorrebbe che gli dicessi qualcosa del genere. E io voglio che si senta desiderato
Forse glielo dirò.
Stasera… forse ci incontreremo nei sogni.

giovedì 11 marzo 2010

Amore stracciato

..La vita va avanti...

...con o senza troppe parole...



...Ora dimmi se vuoi, se ne hai il coraggio...


...dimmi ti senti meglio fra i tuoi ragazzi...

...o accanto a me?