mercoledì 24 giugno 2009

Estate


Ricordando l'estate scorsa ho pensato:


"Sono la stessa, la stessa ragazza di sempre, oppure... no! Sono diversa, però

uguale... Ho la stessa essenza, ma ho cambiato involucro"



E' ormai volato un anno da allora... spesso le estati segnano le nostre vite... non ci avevo mai riflettuto...



Quest'estate voglio soltanto...


Scrivere. Tutto.


Voglio scrivere tutto di me, dei miei sentimenti.


Nascondendomi dietro a personaggi come Gabriel,

Alexandros, Serafine,

Arael o Hesediel.



In verità....

...ho soltanto paura di essere


ME STESSA.

mercoledì 17 giugno 2009

Amicizia



"Quegli amici che hai e la cui amicizia hai messo alla prova, aggrappali alla tua anima con uncini d'acciaio." (William Shakespeare)



Ci sono persone che entrano piano nella tua vita.
Con passo leggero entrano nel tuo cuore, senza chiedere permesso si siedono lì cercando un rifugio con l’intento di non disturbare e, soprattutto, di non restare.
E invece restano lì per sempre.
Restano nel tuo cuore, nella tua testa, nella tua anima.
E improvvisamente, mentre stai seduta con lei al tuo fianco in un banco di scuola, verso fine novembre ti prende la mano e ti dice che se ne andrà presto.
Non ti rendi conto.
Pensi sia solo un brutto scherzo.
Ma la tua anima lo sa.
Oh si, lei sa.
Sa che è vero, sa che non la rivedrai più.
Continua a camminarti nel cuore.
Il suo cammino è dolce, non ti pesa, la vorresti lì per sempre.
Maggio.
State sedute su una panchina in giardino. Ridete, scherzate, vi guardate negli occhi.
Il tuo cuore urla.
La tua anima piange.
I tuoi occhi cercano i suoi.
Lei cerca te.

Non sai come farà una creatura pura e buona come lei a vivere senza te. O forse non le sei cosi indispensabile.
Sai che siete verso la fine.
Cosi poco tempo avete vissuto insieme che fa male.
Fa male pensare che presto non sarete più insieme.
Non vuoi pensarci, non ci pensi.
Eppure arriva.
Arriva il giorno in cui il sole splende, tutti sono felici, ma tu piangi e sorridi fra le lacrime che ti bagnano lo spirito.
Solo un bacio.
E corri.
Te ne vai.
Hai paura di mostrarti debole.
Di mostrare quello che sei.
Ti rifugi nella tua camera e stringi il cuscino al petto, guardi le vostre fotografie e piangi.
Piangi finché ti fa male la testa, la gola, il petto.
Piangi come non lo hai mai fatto.
Sai che è finita.
O forse no.
Forse il vuoto che senti dentro non è vuoto, lei non ti ha abbandonata.
E’ ancora lì, nel tuo cuore e non lascerà mai il posto che le spetta.
Rimani lì.
Per sempre.
Non abbandonarmi mai.
Senza di te non ho la forza di andare avanti.
La nostra sarà un’amicizia eterna, un’amicizia che non sarà mai logorata né dal tempo né dalla distanza.
Prendi la mia mano e non lasciarla andare mai.
Sui nostri volti non spuntino dei sorrisi se non insieme, i nostri occhi non si illuminino se non
insieme, non piangere senza di me.
Sii sempre la mia scialuppa in mezzo al mare.
Il mio rifugio durante la tempesta.
Tienimi per mano.
Non lasciarmi affogare.
Tu sei la persona più importante, una rara perla in mezzo all’immenso oceano.
Sei un’AMICA.


Alla mia carissima amica D.: anche a distanza di cosi tanto tempo riesci ancora a farmi piangere il cuore.

sabato 6 giugno 2009

Vita o morte


Piove.

Com'è bello il suono della Pioggia sul Marmo?Sento voci,volti di vapore che mi sussurrano tristemente qualcosa,parole nell'aria stantìa.


Pena,Dolore...cosa mi rimane?Niente,solo una Grande Pace e ,forse,un pò di nostalgia per tutte le cose che mi erano tanto care.


Mani che mi sfiorano,rose con splendidi profumi che ,ormai,non posso più gustare,con brillanti colori che i miei occhi non più riconoscono,acquosi e svuotati d'ogni Luce....che fate?Perchè state piangendo?


Qualche lacrima bagna i volti dei miei più cari amici.

La Pioggia bagna il Mio Cenotafio.
Non ho neanche un corpo su cui esser pianto,solo una triste,fredda tomba vuota.


Vedo mia Madre che piange affondando il volto nel petto di mio Padre... un uomo Rude, a cui, tuttavia, ho voluto bene...
e Tu, Madre, non riempire con le tue Amare lacrime questo cuore vuoto...


non Lacerarmi l'anima, perchè...


Io non sono più con Te...


pic, pic, pic...la pioggia cade incessante...

il cielo...Piange per me?
I prati adorni di girasoli...non li potrò più vedere,

quei fiori che erano come il Tuo volto...


sono morta...e non mi sono nemmeno resa Conto di non essere più nel mondo dei vivi...

ma dove mi trovo?Il tedio non lo sento più...
Rimpianti...


Odo un passo...

piano, poco alla volta, mi abbandonate...

mi lasciate marcire dentro questo roseo marmo.


Sono Bella, la mia pelle color dell'avorio presto diventerà Nulla,

Il mio Corpo, che ho tanto odiato, sarà Nulla...

Io ormai sono Nulla.


Solo tu, mio Amato, ancora piangi...

piangi di avermi persa, di non avermi amata liberamente...


I miei occhi sono chiusi per sempre e le vostre lacrime...

presto si Asciugheranno sui vostri visi...

e Io...

Io cadrò nell'oblio.


Quella casa bianca dei miei sogni non la Raggiungerò mai...

non avrò mai più una vita spensierata...

non Più...


Piano, con passo leggero, te ne vai.

Vai incontro ad una nuova vita... senza Me.

Tutti voi continuerete la vostra vita senza me... come se io non fossi mai Esistita...

ma che importa?

Signore, esaudici il mio ultimo desiderio...

Fammi sentire per l'ultima volta...




...il profumo delle Rose...


















Ringrazio Dark Sparda al quale appartiene l'articolo e la sua composizione,


io ho soltanto completato la parte finale.


Grazie.