martedì 9 novembre 2010

Sfogo personale. Scusate

E boh....
Che modo banale di cominciare un post, lo so, cosi come so che questo post sarà assolutamente diverso da tutti gli altri e sarà forse troppo intimo, racconterà un pò di me.
Mi dispiace, ma in questo periodo non ho proprio il tempo nè la forza per scrivere o correggere racconti( mi riferisco all'altro blog) e non ho tempo nè inventiva per questo, di blog. Tuttavia ringrazio ancora quelli che con santa pazienza mi seguono.
Vi dicevo, non so. E' che è un periodaccio.
Sono assolutamente delusa.
Da tutto.
Soprattutto dall'amore. E ancor di più dalla persona che amo e dice di amarmi.
Anche in amicizia sono delusa da molte persone, ciononostante ci sono persone che ancora mi stanno accanto e con le quali cominicio a legare sebbene prima pensavo che non ci sarei mai andata d'accordo. Com'è strana la vita, eh?
A scuola va una cacca.
Un sacco da studiare, ma mica siamo robots! Dio santissimo, non sopporto più questa istituzione. E i professori che si sentono Dio sulla Terra. Uffa.

Ma più di tutto sono delusissima dal mio lui, da D.
Lo so, forse non è colpa sua, il problema sono io. Mi aspetto troppo da lui e lui delude le mie aspettative, oltre a ciò sono portata a pensare che anche lui sia disposto a dare tutto quello che do io.
Non ce la faccio più. Anche stavolta ha esagerato, ormai non si tratta più di esagerazione da parte mia o di gelosia, ma di mancanza di rispetto da parte sua.

Se lui, a causa della sua maledetta gelosia, mi rinchiuderebbe in casa senza che nessuno mi possa neanche vedere, allora perchè lui si sente il diritto di fare tutto quello che gli pare? Va a feste, ci resta tutta la notte, quando dovrebbe stare con me che magari erano due giorni che ci eravamo sentiti a malapena, se ne va dai suoi amici. Ma siamo davvero impazziti??

Prima non era cosi. E solo ora mi rendo conto di come sia vero il luogo comune che "quando si stava male si stava bene". Quando avevamo un sacco di problemi insieme, quando lui era all'inizio del cammino per avere una vita "normale", quando le notti le passavo piangendo per la nostra e per la sua sorte, allora, mi rendo conto, ero molto più felice di adesso.

Ora da parte sua non ci sono che promesse vane, parole dette cosi, buttate lì che mi illudono e poi mi delodono atrocemente, poi parole dette con cattiveria per ferirma, per disintegrarmi come persona, ci sono quelle situazioni in cui lui è il colpevole e tuttavia ha il coraggio, chiamiamolo cosi và, di essere sempre lui lo sdegnato???

E io la stupida che ancora spera che cambierà qualcosa. Ma cosa?

Non capisco, ancora spero che andrà bene, che andremo in quella vacanza natalizia che abbiamo organizzato. A Natale non ci arriveremo, no.

Ormai lascerò tutto, non penserò più al fatto che siamo "fidanzati in casa", non crederò più alle illusioni che mi sono fatta riguardo alla famosa vacanza, non lo perdonerò più in nome del passato e dei giuramenti.
Se lui non mantiene pe sue promesse perchè mai io le dovrei mantenere? Non mi ridurrò mai più al suo stato. Resterò me stessa, non cambierò mai più il mio linguaggio in uno volgare, non cambierò più comportamento, non farò più nulla che ho fatto tessendomi su di lui.

Lui che mi farebbe schifo come persone se non lo amassi.

E ora... l'unica cosa che penso è che l'amore sia il più grande nemico dell'uomo.

Ho chiuso con l'amore. Voglio tornare la stronza di prima. Voglio prendemi gioco dei ragazzi, baciarli solo quando lo voglio io, farci l'amore come voglio io, uscirci dove voglio io.

Nessuno mi comanderà più.

Voglio una serenità. Non pretendo, nè desidero, essere felice. Voglio andare a scuola tranquillamente, uscire ogni tanto con gli amici che voglio io, voglio parlare con mamma senza mentirle.

Voglio liberarmi dall'ossessione di quest'amore.

Ho toccato veramente il fondo.

2 commenti:

cristine ha detto...

Non so quanti anni hai, non so chi sei..ma in tante tue affermazioni sento di aver percorso per un bel pezzo della mia vita parte di quello che hai vissuto tu..e quindi, da "saggi 40 enne" mi sento di dirti....RINUNCIA.
NON ACCETTARE. DIFENDITI.
LE PERSONE NON CAMBIANO,possono leggermente modificarsi ma non cambiano.
Se la tua vita in questo momento è impostata su promesse mancate..lascia andare quello che hai e fai entrare il nuovo.
Io diversi anni fa dopo un rapporto che mi aveva annientata, completamente basato su quanto lui riusciva a far passare come giusto..distrutta..mi sono domandata "ma è tutto qui quello che mi merito?"
La risposta è arrivata, NO!!!
E dai li piano piano ho cominciato a volermi più bene di quanto ne volesse a lui....e oggi...oggi sono felice.
Spero di non essere stata "invasiva" con il mio pensiero...ma è solo un pensiero.
Spero che tu presto sia nuovamente serena.

Jivri'l ha detto...

Le parole sincere sono sempre ben accette. Grazie.