Passa ai contenuti principali

Non posso più sopportare

E' già passato tanto tempo da quando non mi hai più chiamata e ti ho aspettato a lungo..

Sono stata la tua donna...
..sei stato il mio uomo..

Mi dispiace dirlo ora, ma fra noi è tutto finito...


..eppure...

Ora a cosa penso?

Alla prima volta quando mi hai baciata e mi hai abbracciata.

Non lo posso più sopportare, penso non-stop a te..
E' troppo tardi ora che ritorni da me,lo sai...






Pronto,amore mio,sono io. Lo so che è passato tanto tempo da quando non ti ho più dato nessun segno di vita, non ti ho più chiamata...

Ti prego di credermi che ho avuto molti problemi..
Sospetto che tu sia arrabbiata, hai ragione...

...però...

... Ho avuto tanti problemi, tutti insieme e mi dispiace di non essere riuscito ad arrivare da te...

Cosi come mi spiace di averti convinta ad avere fiducia in me..

Dammi un'altra possibilità ti prego, dai, ricominciamo tutto d'accapo.

Ricorda i bei momenti che abbiamo trascorso insieme... quando il mattino mi svegliavo e ti trovavo nuda sotto la doccia e ti asciugavo con l'asciugamano morbido...

Mi dispiace avert fatta soffrire, ma sono cosi.
Provo a cambiare, ma non succederà molto presto..
Ora devo riattaccare, ti amo fino al cielo...

..Tu sei la mia principessa, io sono il ragazzo..beh..sai tu...









Mi è abbastanza difficile ora, tuttavia devo guardare sulla mia strada..

La vita va avanti con o senza troppe parole...

Dimmi, dimmi ora se vuoi, se ne hai il coraggio...

...ti senti meglio fra i tuoi ragazzi o accanto a me?

Sono stata la tua donna, sei stato il mio uomo e siamo stati insieme sempre, quando eravamo felici e quando no...

E' troppo tardi ora che tu torni da me, lo sai benissimo cosi come lo so io.







Non posso cambiare, rimango lo stesso...
...lo sai che ti amo, sii la mia principessa...








Lo so che mi ami, però sono al secondo posto,
Torna indietro, rimani con i tuoi ragazzi.

Commenti

monica ha detto…
perchè queste parole mi suonano familiari? e perchè leggendo rivivo certi momenti che mi hanno fatto soffrire? perchè la storia si ripete sempre? l'unica cosa che so è che per me ha funzionato dare una seconda possibilità, perchè ora è tutto diverso. Un saluto
Jivri'l ha detto…
Quando si ama, cara Monica, si danno mille possibilità. Forse si diventa stupidi amando, ma purtroppo è cosi. Beh, le parole suonano uguali, ma le ho scritte perchè per me nascondono molte altre cose... ma soprattutto le ho scritte perchè ognuno di noi possa vedere un pò la propria storia,che non è sempre rosa e fiori, a volte delle spine ci pungono..ma se la rosa in questione ci fa letteralmente impazzire..beh,la perdoniamo;) A presto.
monica ha detto…
mi sa che ci hai azzeccato: si diventa stupidi quando si ama :)
non si capisce piu niente, e si concedono molte piu possibilità perchè la speranza non muore mai. chissà.. la mente è qualcosa che mi lascia sempre senza parole.
Viky ha detto…
Ciao... spero che tutto questo non ti riguardi troppo da vicino :(
Jivri'l ha detto…
oh beh cara viky...la mia storia non e' stata facilissima,sai bene..e in quel periodo cio' che ho scritto qui mi riguardava davvero molto da vicino,ora,forse, siamo un passo avanti,ancora cerchiamo di salvare il salvabile.un abbraccio carissima.

Post popolari in questo blog

Mi ecciti, mio caro. Tanto.

Mi eccito quando guardo le tue lunghe gambe nei jeans, quando spio il tuo petto e le tue mani grandi.
Mi eccita il pensiero di quando arriveremo a casa e ti scaraventerò sul letto.

Mi eccita quando esci dalla doccia e giri per casa avvolto solo nell'asciugamano lasciando scie di profumo, vorrei togliertelo e baciarti dappertutto, vorrei esplorare ogni centimetro della tua pelle.

Adoro la tua pelle tonica, adoro quando mi sussurri all'orecchio sapendo di eccitarmi, mi piace quando mi parli e io, invece, mi immagino come potrei fare l'amore con te.

Mi piace quando mi lasci stare sopra, fingendo di sottometterti per poi prendere possesso di me e farmi sentire che sei un vero uomo.

Ogni cosa che fai, che dici, come sei, mi eccita.

Ma sii sicuro che è la naturale conseguenza del fatto che ti amo. Tanto.

Sentimenti

Fuori ancora bianco.
Ancora freddo.
E silenzio.
Solo il suono del ruscello.
Dentro caldo. A volte piacevole, a volte soffocante.
Nel letto caldo.
Lui è caldo.
Dorme.
Io?
Spaventata.
Dal domani.
Il dottore due anni fa mi ha detto che sono ansiosa.
Non è vero.
Sono fin troppo tranquilla.
Ma “tu vuoi avere sempre tutto sotto controllo, vuol dire che sei ansiosa”.
Ansia.
La malattia del nostro tempo.
Forse sì.
Forse ho solo paura dell’ignoto.
Ho paura.
Si, ma non dell’ignoto.
Della morte.
Una fottuta paura.
In fondo morte e ignoto a volte possono essere sinonimi.
Sono spaventata.
Sempre.
Lo sento respirare.
Vorrei sentire questo suono per tutto il resto della mia vita.
Paralizzata.
Ma ci vuole coraggio per riprendere a camminare.

Lost in the wild (En.)

Two years he walks the earth.


No phone, no pool, no pets,


no cigarettes.


Ultimate freedom.


An extremist. An aesthetic voyager


whose home is the road.
So now, after two rambling years
comes the final and greatest adventure.


The climactic battle to kill


the false being within


and victoriously conclude
the spiritual revolution.


No longer to be poisoned
by civilization, he flees,


and walks alone
upon the land to become


lost in the wild.
Now you're in the wild,
what are we doing?


You're just living, man.


You're just there, in that moment,
in that special place and time.


Yeah.

Maybe when I get back,
I can write a book about my travels.


Why n