venerdì 2 ottobre 2009

Raggio di sole



"Tu sei stata come un raggio di sole in una stanza buia".


Cosi mi ha detto un'amica del mio amato. Che strano. Com'è possibile che io, proprio io, quella che non era importante neanche per se stessa, cosi, all'improvviso, sia diventata il sole di qualcuno?Si, so benissimo che lui non è stato sempre un angelo, che ha fatto molti sbagli, che è caduto numerose volte e che si è perso ancor di più. Ma neanche io sono perfetta, eppure per questa persona sono diventata importante. Sono diventata la sola, quella speciale e un pò stronza. L'eccezione.

La sola che può fare tutto quello che vuole con il suo cuore troppo a lungo rimasto freddo come il ghiaccio, però fragile come un diamante. Sono stata io a rompere quel diamante? O l'ho reso solo malleabile? Non lo so. Fatto sta che sono diventata il suo sole. Ciò mi rende felice.

Felicissima.

Tuttavia ho tanta paura. Di perderlo. Con questo mio carattere di merda.

Quanto è cieca la gente. Come fa a non accorgersene? Di quanto lui mi ami più di quanto io riesca a ricambiarlo; di quanto lui sia gentile con me; di quanto lui sia stolto ad avermi scelto come ragazza fra tutte quelle che avrebbe potuto avere. Nessuno se n'è reso conto.

La verità è che non sono io il raggio di sole. Non sono io quella che ha fiducia in lui. Non sono io a tenerci a questa storia cosi tanto.

Sono io la stanza buia.

E lui...lui non è solo un raggio di sole nella mia vita.

E' un'esplosione di raggi di sole.

0 commenti: